Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi  in Stumbleupon seguimi  in instagram Sottoscrivi il feed
Open Clip Art Library, grafica LuninuX, Linux, distribuzione, open source Mozilla Thunderbird, email, posta elettronica stratagus, gioco, software libero, strategia, Linux zentyal, framework, linux, software libero, open source Python, Ubuntu, Linux, programmazione Ubuntu 13.04, Raring Ringtail, Canonical, Linux, Conky, applets Lightspark, Linux, Ubuntu Edubuntu, educazione, Linux, distribuzioni, slitaz, distribuzioni, linux

giovedì 28 agosto 2014

Guida a GnuPG: fare e verificare firme.

Una firma digitale certifica e appone la data ad un documento. Se il documento viene successivamente modificato in qualsiasi modo, una verifica della firma fallirà. Una firma digitale può servire allo stesso scopo per il quale si utilizza una firma fatta a mano con l'ulteriore beneficio di essere a prova di manomissione. La distribuzione dei sorgenti di GnuPG, per esempio, è firmata in modo tale da permettere agli utenti di verificare che il codice sorgente non sia stato modificato dal momento in cui è stato creato il pacchetto.

 

La creazione e la verifica di firme utilizzano la coppia di chiavi pubblica/privata in modo differente da quanto fanno le operazioni di cifratura e decifratura. Una firma è fatta utilizzando la chiave privata di colui che firma. La firma viene verificata utilizzando la corrispondete chiave pubblica. Per esempio Alice userebbe la propria chiave privata per firmare digitalmente il suo ultimo lavoro per la rivista di chimica inorganica.

gnupg_logo1

mercoledì 27 agosto 2014

Guida a GnuPG: scambiarsi le chiavi.

Per comunicare con altre persone è necessario scambiarsi le chiavi pubbliche. Per elencare le chiavi presenti nel proprio portachiavi pubblico utilizzare l'opzione a linea di comando --list-keys.

alice% gpg --list-keys
/users/alice/.gnupg/pubring.gpg
---------------------------------------
pub  1024D/BB7576AC 1999-06-04 Alice (giudice) <alice@cyb.org>
sub  1024g/78E9A8FA 1999-06-04
   

Esportare una chiave pubblica.

Per spedire una chiave pubblica ad un corrispondente è necessario prima esportarla. A questo scopo si usa l'opzione a linea di comando --export. Essa necessita di un ulteriore argomento che identifichi la chiave pubblica da esportare. Così come con l'opzione --gen-revoke, sia l'ID della chiave che ogni altra parte dello User ID possono servire per identificare la chiave da esportare.

alice% gpg --output alice.gpg --export alice@cyb.org
      gnupg-light-purple-bg

Guida a GnuPG: cifrare e decifrare documenti.

Chiave pubblica e privata hanno ognuna uno specifico ruolo nella codifica e decodifica di documenti. Una chiave pubblica può essere vista come una cassaforte aperta. Quando un corrispondente cripta un documento utilizzando una chiave pubblica, quel documento viene messo nella cassaforte, la cassaforte viene chiusa ed il lucchetto a combinazione fatto girare diverse volte.

 

La chiave privata corrispondente è la combinazione che può riaprire la cassaforte e recuperare il documento. In altre parole, solo la persona che detiene la chiave privata può recuperare un documento cifrato utilizzando la chiave pubblica corrispondente.

gpg logo

Guida a GNUGP: come generare una nuova coppia di chiavi.

 GnuPG è uno strumento per comunicare in modo sicuro. Questo capitolo è una breve guida riguardante il nocciolo funzionale di GnuPG; include la creazione di coppie di chiavi, scambio e verifica di chiavi, cifratura e decifratura di documenti e autenticazione di documenti con firme digitali.

 

GnuPG utilizza la crittografia a chiave pubblica per permettere a coloro che lo utilizzano di comunicare in sicurezza. In un sistema a chiave pubblica ogni utente ha una coppia di chiavi consistenti in una chiave privata e una chiave pubblica. La chiave privata di una persona viene tenuta segreta; non deve mai essere rivelata.

 

La chiave pubblica può essere data a tutti coloro con i quali l'utente vuole comunicare.

Gnupg

giovedì 7 agosto 2014

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Luglio 2014.

1.- Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.

Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.

Geografia KGeography – Un programma per l’apprendimento della geografia dal pacchetto KDE-EDU. Selezionando una delle quasi 20 mappe, possiamo vedere se siamo in grado di trovare un dato paese sulla mappa o di abbinare il paese/regione alla capitale/bandiera o viceversa. Questa applicazione mette duramente alla prova le nostre conoscenze (chi conosce il capitale di Gibuti? O la bandiera dell

Leggi il resto dell'articolo ... »

giovedì 10 luglio 2014

Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.

Geografia
KGeography – Un programma per l’apprendimento della geografia dal pacchetto KDE-EDU. Selezionando una delle quasi 20 mappe, possiamo vedere se siamo in grado di trovare un dato paese sulla mappa o di abbinare il paese/regione alla capitale/bandiera o viceversa. Questa applicazione mette duramente alla prova le nostre conoscenze (chi conosce il capitale di Gibuti? O la bandiera dell ‘Afghanistan?), ed è quindi abbastanza impegnativo.

 

GoogleEarth – Certo, questa applicazione non è stata concepita come strettamente educativa, ma sicuramente rappresenta un buon strumento didattico per tutti gli appassionati di geografia. I programmatori di Google sono riusciti a creare un programma che unisce mappe e foto satellitari in modo da avere una visione completa del paesaggio. Con Google Earth non solo siamo in grado di vedere ogni regione del mondo, ma anche, attraverso la ricerca di dati per nome, trovare alberghi o ristoranti in tutto il mondo, o trovare il percorso più breve tra due Località.

google-earth-01-700x406

Programmi educativi su Linux: Matematica e Chimica alla portata di tutti.

Matematica.
KBruch  (ne ho già parlato QUI) – Questo è un programma progettato per imparare le frazioni. Gli esercizi sono divisi in 4 gruppi: facili operazioni sulle frazioni (addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione di due frazioni), confronto di frazioni: (maggiore / minore), conversione di frazioni decimali in frazioni volgari (anche decimale con espansione infinita) e fattorizzazione di numeri (cioè, trovare il prodotto dei più piccoli divisori).

 

KmPlot – (QUI trovate una interessante recensione)  Questa applicazione permette di fare un sacco di grafici su studi di funzione (si dispone di una libera scelta: grafici di funzioni ordinarie e parametriche, in coordinate cartesiane o polari). Inoltre, fatta eccezione per il disegno dei grafici, vi è la possibilità di determinare l’estremo di una funzione e il suo integrale in un dato intervallo.

kbruch04

 

Programmi educativi su Linux: programmi multifunzionali per bambini.

Programmi multifunzionali per bambini.

GCompris (ne ho già parlato QUI) – È un insieme di programmi educativi e giochi per i bambini di età compresa tra i 2-10 (età dello sviluppo dipendente). Questo programma è diviso in diverse categorie (ad esempio, informatica, matematica, giochi), in cui ci sono diversi compiti.

 

Molti di questi hanno anche uno scopo pratico, come ad esempio spiegare la meccanica di una chiusa o di insegnamento, come utilizzare il denaro in un negozio di alimentari. L’interfaccia del programma risponde al bisogno visivo della fascia di età cui è destinato in quanto colorata, piena di grandi icone e con una animazione abbastanza gradevole (c’è, ad esempio, la faccia felice di un clown).

 

Anche se il programma è ancora in fase di sviluppo, contiene attualmente circa 80 esercizi ed è parte di un progetto chiamato “Friends of the World Treasures”, sotto il patrocinio dell’Unesco.

GCompris

 

Programmi educativi su Linux: introduzione.

Definirei un programma di tipo educational come una applicazione volta ad aiutare il normale processo di apprendimento, sia sotto l’aspetto dell’acquisizione di nuovi contenuti, che come supporto per ricordare cose già imparate. I programmi educativi possono comunemente essere divisi per l’età del target di utenti.

 

Tali applicazioni in particolare quelli per gli studenti più giovani, sono spesso progettate con l’idea di ‘imparare attraverso il gioco’, mentre i programmi per i più vecchi (abbastanza consapevoli dell’importanza della conoscenza, ma ancora sotto tutela parentale), sono pensati per preparare uno studente ad un esame di maturità, ad un test, o ad altri tipi di test di conoscenza, in maniera relativamente veloce e piacevole.

Gcompris_screenshots 

martedì 8 luglio 2014

Riflessioni sul software libero: la rivoluzione del Mimete.

Lo scrittore Primo Levi immaginò un particolare tipo di duplicatore, chiamato Mimete, capace di duplicare un oggetto esattamente come l'originale. Da una parte si poteva inserire un foglio protocollo con i bolli, dall'altra usciva un foglio protocollo identico all'originale con su dei bolli veri, un clone perfetto.

 

Il protagonista prova quindi a duplicare vari oggetti, dapprima una banconota, poi un diamante, poi ancora una salamandra, riuscendoci felicemente. Alla fine duplicò la moglie e poi, stanco di avere due mogli, duplicò se stesso, per riformare due coppie uguali...

 

Ci sono delle macchine per fotocopie che fanno delle copie 'quasi' uguali all'originale, ma non perfettamente uguali, se continuiamo a fare una copia dall'ultima copia, la qualità degraderà più o meno velocemente in funzione della qualità della macchina. Quindi non è un Mimete.

free software cartello

Ultimi post pubblicati

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)

Miglior Blog Notizie Informatiche tutto blog Vero Geek iwinuxfeed.altervista.org Aggregatore di blog Blogstreet - dove il blog è di casa Feedelissimo Aggregatore Paperblog Il Bloggatore Aggregatore Blog Italiani Subscribe using FreeMyFeed ElencoSiti

Linux News