Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi  in Stumbleupon seguimi  in instagram Sottoscrivi il feed
Open Clip Art Library, grafica LuninuX, Linux, distribuzione, open source Mozilla Thunderbird, email, posta elettronica stratagus, gioco, software libero, strategia, Linux zentyal, framework, linux, software libero, open source Python, Ubuntu, Linux, programmazione Ubuntu 13.04, Raring Ringtail, Canonical, Linux, Conky, applets Lightspark, Linux, Ubuntu Edubuntu, educazione, Linux, distribuzioni, slitaz, distribuzioni, linux

venerdì 17 giugno 2016

Come usare Fedora con una disabilità visiva, uditiva o motoria: Software.

Esistono al mondo circa 500 milioni di persone con una qualche disabilità visiva, uditiva o motoria. Attualmente ci sono oltre 54 milioni di persone con disabilità soltanto negli Stati Uniti (USA) e si prevede che in futuro ci sarà un significativo aumento proporzionale alla continua crescita della popolazione mondiale. Le persone con disabilità, spesso incontrano notevoli difficoltà nell'usare efficacemente le esistenti ed emergenti tecnologie, progettate nella maggior parte dei casi senza tener conto dei loro bisogni.

 

I siti web, per esempio, realizzati senza tener conto di tali problematiche e che di fatto rendono inaccessibili i suoi contenuti, possono risultare un problema per monitor ed altre periferiche dedicate.

fedora accesibilidad

Per questo, le funzioni di accessibilità sono state integrate nei sistemi operativi, nelle interfacce web e in altre tecnologie, per allargare le potenzialità di mercato e perchè è la cosa giusta da fare. Garantire una parità di accesso alle tecnologie educative, professionali e ricreative sta diventando sempre più un dovere del legislatore. Le agenzie governative di molti Stati stanno formulando degli standard di accessibilità. Negli Stati Uniti tali direttive sono attive già dal Giugno 2001.

 

Strumenti per gestire il mouse.
Tali strumenti consentono di usare il mouse in differenti modalità, permettendo varie soluzioni secondo le necessità degli utenti.

 

Strumento KMouse.
Un'applicazione di KDE, KMouseTool, permette di configurare il mouse in modo che esso faccia click ad ogni stop e con la possibilità di trascinare gli elementi. KMouseTool funziona con ogni mouse o altra periferica di puntamento.

 

Installare KMouse.
In Fedora, KMouseTool fa parte del pacchetto kdeaccessibility. Esso contiene anche kmagnifier, kmouth, e ktts, discussi in altre sezioni di questa guida. Per installare il pacchetto kdeaccessibility, si può usare la GUI, selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software e poi inserire kdeaccessibility nella finestra di gestione dei pacchetti; oppure, usare un terminale, digitando il comando su -c "yum install kdeaccessibility".

 

Mousetweaks.
Simile all'applicazione KMouseTool di KDE, Mousetweaks di GNOME permette il doppio-click, click su pausa e cattura. Ulteriori informazioni su Mousetweaks possono trovarsi su http://library.gnome.org/users/mousetweaks/.

 

Installare Mousetweaks.


In Fedora, Mousetweaks è un pacchetto a sè stante che può essere installato, selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software; quindi digitando Mousetweaks nella finestra di gestione dei pacchetti; oppure in un terminale si può digitare il comando, su -c "yum install Mousetweaks".

Tastiere virtuali.


Le tastiere virtuali sono state progettate per sistemi privi di tastiera come i palmari. Ma essi sono molto utili anche nell'ambito dell'accessibilità, soprattutto in combinazione con mouse o altri strumenti come head-mouse o eye-tracker. Questa sezione descrive alcune di queste tastiere virtuali.

 

GNOME On-Screen Keyboard (GOK).
GNOME On-Screen Keyboard o gok è un strumento per selezionare finestre e per inserire input. GOK può essere impostato come applicazione predefinita, selezionando Sistema > Preferenze > Tecnologie Assistive e poi cliccando sul pulsante Applicazioni preferite, scegliendo l'applicazione da impostare. Per ulteriori informazioni su GOK visitare il sito gnome.org: GOK.

 

Indic.
iok sta per Indic Onscreen Keyboard o tastiera virtuale indoaria. Attualmente funziona con le mappature Inscript e xkb delle lingue indoarie. Le mappature coprono le seguenti lingue (indoarie): assamese, bengalese, gujarati, hindi, kannada, marathi, malayalam, punjabi, oriya, tamil, telugu.

 

Installare iok.
Per installare iok, usare la GUI selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software, o un terminale digitando su -c "yum install iok".

 

Florence.

florence
Florence è una tastiera virtuale, scalabile ed estensibile il cui unico requisito è un dispositivo di puntamento.


Una volta abilitato, Florence visualizza una icona nell'area di notifica o system tray del pannello. Cliccando sull'icona si attiva/disattiva Florence portando l'applicazione in primo piano o in background. Volendo può essere impostata la scomparsa automatica e il livello di trasparenza della finestra, selezionando la finestra delle Preferenze (Right-click sull'icona di Florence).


Per ulteriori informazioni su Florence visitare il sito del progetto.

 

Installare Florence.
Florence è disponibile nei repository Fedora; per installare florence usare la GUI, selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software, o un terminale digitando su -c "yum install florence".

 

Caribou.
Caribou di GNOME è un'altra tastiera virtuale, tuttora in fase di sviluppo. Sarà una valida alternativa a Gnome On-Screen Keyboard, fra un paio di mesi quando sarà disponibile una versione stabile. Ulteriori informazioni si trovano sul sito gnome.org: Caribou.

 

Dasher.
Dasher è un'interfaccia per l'immissione efficente di testo, controllato da un sistema di puntamento continuo e naturale. Dasher non è proprio una tastiera ma una interfaccia con un modello di linguaggio predittivo per il completamento delle parole. Dasher inoltre facilita l'inserimento dell'input tramite joystick, touchscreen, trackball, o mouse. Può essere usato anche con altri strumenti di input come head-mouse o eye-tracker. Per ulteriori informazioni su Dasher visitare gnome.org: dasher.

 

Instalare Dasher.
Per installare Dasher, usare la GUI selezionando Sistema > Amministrazione> Aggiungi/Rimuovi Software, o un terminale digitando su -c "yum install dasher".

Altri strumenti.


Con così tanti strumenti a disposizione degli utenti Fedora, esistono alcuni che non hanno una catalogazione specifica, ma che occorre elencare perchè sicuramente risulteranno utili!

 

Usare BRLTTY in Fedora.
BRLTTY permette a persone prive di vista, di accedere a una console Linux, usando terminali Braille. Questo strumento offre rilettura completa dello schermo e un minimo di capacità vocali. BRLTTY è disponibile nei repository Fedora in formato RPM. Per informazioni e documentazione su BRLTTY visitare http://mielke.cc/brltty/.

 

KMouth.

kmouth
Fai parlare il tuo computer con KMouth! Tu scrivi una frase e lasci che il computer la dica per te. Puoi anche usare le tue citazioni preferite. Visita http://www.schmi-dt.de/kmouth/index.en.html per maggiori informazioni su KMouth.

 

Installare KMouth.
In Fedora, KMouth si trova nel pacchetto kdeaccessibility. Esso contiene anche kmagnifier, kmousetool e ktts, trattati in altre sezioni di questa guida. Per installare kdeaccessibility si può selezionare Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software e poi, nella finestra che appare, inserire kdeaccessibility; oppure in un terminale, si può eseguire il comando su -c "yum install kdeaccessibility".

Aiuto per i Desktop Linux.


Alcuni Desktop, possiedono già al loro interno delle funzionalità che servono ad aumentare l'accessibilità.

 

KDE.


In KDE, la tastiera ed il mouse possono essere configurati in kcontrol. Si accede alle loro impostazioni, selezionando Personalizzazione > Accessibilità. Ulteriori informazioni sugli strumenti d'accessibilità disponibili in KDE, possono essere trovati sul sito KDE: accessibility.

 

GNOME.
In GNOME, i controlli d'accessibilità possono essere configurati selezionando Sistema > Preferenze > Tecnologie Assistive . Ulteriori informazioni sugli strumenti d'accessibilità disponibili in GNOME, possono essere trovati in gnome-access-guide.

XFCE.


In XFCE, per accedere alle opzioni d'accessibilità della tastiera e del mouse, selezionare Preferenze > Accessibilità. Per impostare le scorciatoie da tastiera, selezionare Preferenze > Tastiera. Analogamente per regolare le impostazioni del mouse, Preferenze > Mouse. Altre opzioni di accessibilità di minore importanza si trovano selezionando Preferenze > Window Manager Tweaks.

 

Sugar: Accessibilità al PC per bambini.
La Sugar Learning Platform, è una interfaccia innovativa dedicata ai bambini per incoraggiare l'apprendimento, il ragionamento e la creatività. Sugar è stata originariamente sviluppata per il progetto OLPC (One Laptop Per Child). A differenza dell'interfaccia presente nei computer desktop che può apparire piuttosto intimidatoria e molto spesso poco accessibile ai bambini che ancora devono imparare a leggere ed a scrivere, Sugar è un'alternativa a portata di bambino, per l'apprendimento e l'uso di un computer.

 

Per installare la piattaforma Sugar in Fedora, si può selezionare Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software, e poi, nella finestra che appare, inserire sugar; oppure, in un terminale si può eseguire il comando su -c "yum install sugar". In Fedora è disponibile anche una versione spin con caratteristiche analoghe alla piattaforma Sugar e denominata Sugar on a Stick, scaricabile da http://spins.fedoraproject.org/soas/.

 

Le varie Sugar Activities sono disponibili nei repository Fedora. Per selezionare/scegliere le varie activity usare la GUI, selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software dal menu di GNOME e poi digitare sugar- per ottenere un elenco di pacchetti di activity di Sugar; oppure usare un terminale, digitando il comando su -c "yum install sugar-".


Maggiori informazioni su Sugar per insegnanti, genitori, maestri e contributori, si trovano sul sito del progetto sugarlabs.org.

Sugar Activities

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Come usare Fedora con una disabilità visiva, uditiva o motoria: Introduzione.

 Esistono al mondo circa 500 milioni di persone con una qualche disabilità visiva, uditiva o motoria. Attualmente ci sono oltre 54 milioni di persone con disabilità soltanto negli Stati Uniti (USA) e si prevede che in futuro ci sarà un significativo aumento proporzionale alla continua crescita della popolazione mondiale. Le persone con disabilità, spesso incontrano notevoli difficoltà nell'usare efficacemente le esistenti ed emergenti tecnologie, progettate nella maggior parte dei casi senza tener conto dei loro bisogni. I siti web, per esempio, realizzati senza tener conto di tali problematiche e che di fatto rendono inaccessibili i suoi contenuti, possono risultare un problema per monitor ed altre periferiche dedicate.

 

Per questo, le funzioni di accessibilità sono state integrate nei sistemi operativi, nelle interfacce web e in altre tecnologie, per allargare le potenzialità di mercato e perchè è la cosa giusta da fare. Garantire una parità di accesso alle tecnologie educative, professionali e ricreative sta diventando sempre più un dovere del legislatore. Le agenzie governative di molti Stati stanno formulando degli standard di accessibilità. Negli Stati Uniti tali direttive sono attive già dal Giugno 2001.

 

Periferiche hardware, applicazioni e strumenti dedicati, sono attualmente disponibili, aumentando notevolmente la usabilità di Linux da parte di persone con particolari necessità.

fedora-desktop

Perchè scegliere Fedora come soluzione d'accessibilità?
Linux offre una soluzione efficace ed a costo zero per la comunità dei suoi utenti. Gli strumenti software open source costano molto meno rispetto agli strumenti che si trovano in altri sistemi operativi e quelli che funzionano su Linux sono liberamente scaricabili.


Se una Interfaccia Grafica (GUI) può risultare soddisfacente per utenti vedenti, la stessa può impedire la corretta fruibilità ad utenti ipovedenti, a causa delle difficoltà incontrate dal sintetizzatore vocale nell'interpretare la GUI. Linux è un potente sistema operativo per gli utenti con ridotte capacità visive, giacchè la GUI diventa un'opzione e non una necessità. Molti strumenti moderni, inclusi email, news, browser web, calendari, calcolatrici ed altro, possono funzionare su Linux, senza GUI. L'ambiente di lavoro può essere personalizzato secondo le necessità hardware o software dell'utente.

Fedora è una distribuzione Linux molto diffusa. Molti professionisti hanno famigliarità con Fedora, poichè possono, se necessario, trovare assistenza in maniera relativamente semplice.

 

Il Fedora Project rilascia aggiornamenti e miglioramenti con frequenza regolare e, i computer che hanno installato Fedora, possono scaricarli ed installarli automaticamente, senza alcun costo. Per questo motivo, mantenere i propri computer sicuri e aggiornati, è semplice ed economico.

 

Negli Stati Uniti, la Sezione 508 è un insieme di addenda al Rehabilitation Act del 1998, che richiede alle agenzie federali di usare tecnologie informatiche ed elettroniche accessibili, in modo che persone con particolari necessità siano poste nelle condizioni di avere le stesse opportunità.

 

Strumenti, utility e driver open source.
Lo sviluppo corrente è dedicato principalmente alle persone con problemi di visualizzazione e motori. Esistono soluzioni basate su software ed hardware. Inoltre sono disponibili sia soluzioni da console che grafiche; tuttavia, il numero di queste ultime è ancora piuttosto limitato.

 

Hardware.
Il grande vantaggio delle soluzioni vocali basate su hardware è che il sistema vocale è disponibile prima del caricamento del sistema operativo, rendendo possibile anche alle persone ipovedenti, l'installazione dello stesso. Le soluzioni hardware includono sintetizzatori vocali, terminali Braille, stampanti Braille, switch sip-puff e periferiche eye-gaze. Questi dispositivi, solitamente, sono molto costosi e risulta difficile trovare i driver necessari. Alcuni driver (soprattutto per i sintetizzatori), sono stati realizzati per Linux ma, prima di poterli veder far parte di Fedora, occorre che siano testati ed integrati dalla comunità nei progetti upstream.

 

Jim Van Zandt ha anche realizzato diversi server che lavorano con Emacspeak. Questi server si trovano in un pacchetto denominato Emacspeak-ss sul sito di Jim Van Zandt (per altri link, consultare Emacspeak HOWTO).

 

Screen Reader.
Gli screen reader (o lettori dello schermo) sono uno strumento molto importante, in quanto consentono ad una persona ipovedente, di far leggere al computer ciò che c'è sullo schermo. Esistono numerose soluzioni che offrono questo tipo di servizio. Questa sezione descrive quelli disponibili agli utenti di Fedora.

orca_software_sz
Orca per GNOME.
GNOME presenta il proprio screen reader, Orca. Questo pacchetto è installato in modo predefinito in tutti i sistemi Fedora. Ulteriori informazioni su Orca, possono trovarsi visitando il sito http://live.gnome.org/Orca/.

Orca può essere avviato da terminale, con il comando orca. Al primo avvio verranno poste alcune domande, coadiuvate da un sintetizzatore vocale, per impostare le preferenze. Dopo la configurazione iniziale, riavviare orca. L'applicazone d'avvio presenta i controlli per impostare le preferenze, terminare il programma e per leggere la pagina d'aiuto.

Per impostare il lancio automatico dell'applicazione all'avvio della sessione, selezionare dal menu Sistema > Preferenze > Tecnologie Assistive e poi abilitare la casella di controllo etichettata Abilitare Tecnologie Assistive. Poi cliccare su Applicazioni preferite ed assicurarsi di selezionare Orca od Orca and Magnifier.

 

Jovie per il desktop KDE.
Jovie è il Text-to-Speech del sistema KDE, nel passato noto come ktts. Jovie consiste di un demone Text-to-Speech, un plugin per Konqueror ed una estensione per l'editor Kate. Il demone fornisce il supporto vocale per applicazioni come KMouth e KNotify, via D-Bus. L'applicazione presenta anche un'icona nel system-tray, con ulteriori funzioni, come leggere il contenuto di file di testo, esporre il contenuto della clipboard e per accedere al modulo di configurazione. Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito di KDE: docs.kde.org: jovie.

Per avviare Jovie in Fedora, digitare jovie in un terminale, oppure se in KDE, dal menu selezionare Applications > Utilities > Text-to-Speech..

 

Speakup.
Speakup è un'applicazione progettata da Kirk Reiser ed Andy Berdan, che legge lo schermo ed è utilizzabile con licenza libera. Speakup permette agli utenti ipovedenti o con ridotte capacità motorie, di udire la lettura dello schermo attraverso un sintetizzatore vocale. Speakup è utile agli utenti ipovedenti, poichè rende disponibile un sistema di lettura automatizzato, pienamente supportato dalla comunita open source dei non vedenti.

 

Speakup funziona con i seguenti sintetizzatori hardware:

    DoubleTalk PC e DoubleTalk LT
    LiteTalk
    Accent PC ed Accent SA
    Speakout
    Artic Transport
    Audapter
    Braille 'N Speak e Type 'N Speak
    Dectalk External e Dectalk Express
    Apollo2

Per maggiori informazioni su Speakup o per contribuire al progetto, visitare il sito linux-speakup.org.

 

Ingranditori di schermo.
Gli ingranditori di schermo, letteralmente, sono programmi che ingrandiscono aree dello schermo in modo da facilitare la lettura.

 

KMagnifier.
In KDE, KMagnifier o KMag ingrandisce l'area intorno al cursore o un'area scelta dall'utente. Si può anche salvare un ingrandimento dell'area su disco. Ulteriori informazioni possono trovarsi su http://kmag.sourceforge.net/

 

Installare KMagnifier.


In Fedora, KMagnifier si trova nel pacchetto kdeaccessibility, contenente anche kmousetool, kmouth e ktts, trattati in altre sezioni di questa guida. Per installare kdeaccessibility, si può usare la GUI selezionando Sistema > Amministrazione > Aggiungi/Rimuovi Software e poi nella finestra che appare, inserire kdeaccessibility; oppure usare un terminale, ed eseguire il comando, su -c "yum install kdeaccessibility".

GNOME Magnifier.


In GNOME, GNOME Magnifier (gnome-mag) può essere usato in un terminale, anche se è più spesso usato in applicazioni client. GNOME Magnifier può essere avviato da solo o con Orca selezionando Sistema > Preferenze > Tecnologie Assisitive.

kmagnifier

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

lunedì 11 aprile 2016

Distribuzioni Linux per la sicurezza progettate per proteggere il computer da intrusioni pericolose.

Le distribuzioni devolute alla sicurezza sono state progettate per proteggere il computer da intrusioni pericolose. Ci sono distribzuini firewall, altre adeguata a test di sicurezza ed altre devolute a funzioni di router.

 

Arudius.

Arudius è una distro live basata su Slackware Linux, Zenwalk Linux e Linux Live scripts. Contiene un esteso parco di software usati in ambito IT professionale per effettuare test di penetrazione e analisi di vulnerabilità. Il suo obiettivo è quello di includere un set completo di strumenti adatti alla sicurezza.

arudius

Astaro Security Linux.

Astaro offre una soluzione software integrata per prestazioni superiori dei Firewall interni. Il suo sistema operativo solido e rigido, la maniacale supervizione dei pacchetti, i filtri ai contenuti ed altre soluzioni specifiche, offrono una soluzione d'avanguardia nella sicurezza informatica.

 

BackTrack.

BackTrack è una distro Linux live basata su Slackware e SLAX con una collezione di strumenti di sicurezza e forensi. E' stata creata da Auditor Security Linux con WHAX (inizialmente Whoppix).

 

Bluewall GNU/Linux.

Bluewall GNU/Linux è una distro Linux basata su Debian GNU/Linux con la doppia possibilità di usare gli apt, sfruttando il gestore di pacchetti di NetBSD pkgsrc.

 

CensorNet.

CensorNet è una Internet Management Appliance adattata per il controllo e il monitoraggio degli accessi a internet in una rete locale. Questo dedica un server all'ispezione di tutti i dati in entrata e in uscita.

coyote linux

Coyote Linux.

Coyote Linux Personal Firewall è una distro firewall Linux disegnata con il proposito di proteggere i dati sia di istituti educativi che statali. Sviluppata per avere poche richieste in fatto di hradware, Coyote Linux è in grado di offrire prestazioni e aggiornamenti tipiche di altre distro Linux. Questo firewall è offerto per usi personali ed educazionali in forma completamente gratuita.

 

Devil-Linux.

Devil-Linux è una distribuzione Linux per firewalls e routers. L'obiettivo di Devil-Linux è di avere un Linux piccolo, adattabile e sicuro. Il futuro di Devil-Linux è di tornare ad essere un normale router, offriremo molti altri servizi, ma la distribuzione rimarrà semplice e facile da mantenere.

 

EnGarde Secure Linux.

Guardian Digital, Inc. è stata fondata ai primi del 1999 come una compagnia di ingegneri devoti allo sviluppo di software per la sicurezza per un uso commerciale e imprenditoriale. EnGarde è una distro Linux sicura costruita fin dalle fondamenta con l'obiettivo di garantire sicurezza e soluzioni adatte alla presenza nel web, da parte di corporazioni. Può essere impiegato come server Web, DNS, e-mail, database, e-commerce o server generico per internet con la sicurezza come primo obiettivo.

engarde

ERPOSS.

Durante il LinuxTag 2004 il German Federal Office for Information Security (BSI) e la compagnia Credativ hanno svelato il Linux Government Desktop. Il Linux Goverment Desktop è stato sviluppato all'interno del progetto ERPOSS che valutava l'uso del software open source nella gestione governativa. Composto interamente di software libero, la distro è disponibile come liveCD o come CD per installazione. Uno dei suoi punti di forza è il fatto che salva tutti i dati in un filesystem criptato. Inoltre KMail è preconfigurato per inviare e ricevere mail criptate (GnuPG and S/MIME) e di usare di ogni tipo di certicazione di autorità. Il pacchetto prevede anche strumenti antispam e antivirus ed un firewall personale preconfigurato.

 

Hakin9 Live.

Hakin9 è una rivista sulla sicurezza. E' letta da responsabili della sicurezza dei computer, da programmatori, da specilaisti della sicurezza, da amministratori professionali così come da utenti che si interessano dei temi della sicurezza. Hakin9 Live è una distro live, basata su Gentoo, contenente tutti gli strumenti ed i materiali necessari alla pratica delle tecniche descritte nella rivista.

 

Helix.

Helix è una versione adattata di Knoppix live CD con un eccellente strumento di riconoscimento dell'hardware e molte applicazioni dedicate all'uso in ambito forense.

honeywall

Honeywall CDROM.

Honeywall CDROM è una distro Linux basata su Fedora con l'obiettivo di catturare le attività cibernetiche e di analizzare i dati catturati. Ha una interfaccia grafica per la configurazione e la gestione del lavoro di analisi. Il CD, rilasciato sotto la General Public License, è un prodotto di Honeynet, una organizzazione no-profit dedicata al miglioramento della sicurezza in internet.

 

INSERT - Inside Security Rescue Toolkit.

INSERT (Inside Security Rescue Toolkit) aspira ad essere un sistema multifunzionale, riparatore di disastri di sistema e analizzatore di network. Si avvia da piccoli CD-ROM ed è una versione molto modificata di Knoppix. INSERT offre un pieno supporto alla gestione delle partizioni NTFS con l'uso di captive-ntfs.

 

IPCop Firewall.

IPCop Linux è un sistema operativo completo che si preoccupa di rendere sicura la gestione delle connessioni installate in esso. Implementando tecnologia esistente, tecnologia di nuove concezioni e programmi per la sicurezza,IPCOP è la distro Linux per coloro che vogliono che la propria frequentazione del web sia sicura."

ipcop

ISlack.

ISlack è una distro Linux focalizzata alla sicurezza e basata su Slackware. Per potenziare l'aspetto della sicurezza, il server è stato rimosso, le porte di ingresso chiuse e i servizi disattivati. In aggiunta un set di utensili di penetrazione sono stati aggiunti.

 

Linux LiveCD Router.

Linux LiveCD Router è una distro Linux disegnata per condividere una connessione broadband WiFi. Può essere usata con DSL, cable modem, T1, ISDN, e connessione analogica. Può essere usata anche come firewall, o come punto di accesso per molte WiFi cards. Linux LiveCD Router non richiede installazione, ma richiede un computer dedicato ad avviare il CD.

 

Linux LiveCD Router.

Linux LiveCD Router è una distribuzione Linux disegnata per scambiare una connessione broadband su WiFi. può essere usata con ADSL, modem cablato, T1, ISDN e connessione analogica. Può essere usata come un firewall, o come un punto di accesso per molte schede WiFi. Linux LiveCD Router non richiede installazione, ma richiede un computer dedicato per avviare e funzionare da CD.

 

Local Area.

Local Area Security Linux è una distro Linux live con una forte enfasi per gli strumenti di sicurezza e di basso impatto. Ci sono 2 differenti versioni di L.A.S. per raggiungere specifici bisogni - MAIN e SECSERV. Questo progetto è rilasciato sotto licenza GPL.

m0n0wall.

m0n0wall.

m0n0wall è un progetto che mira a creare un firewall completo che possa offrire tutte le dotazioni di un firewall commerciale. m0n0wall è basato su una versione di FreeBSD, con un server web, PHP e altre poche utilità. L'intero sistema di configurazione è contenuto i un singolo documento XML per renderlo trasparente. m0n0wall è probabilmente il primo sistema UNIX che ha il suo tempo di boot configurabile con PHP.

 

Nature's Linux.

Nature's Linux è una distro Linux sviluppata dal Japan's Nature's Linux Alliance. Il maggiore obiettivo è la sicurezza.

 

Network Security Toolkit.

Network Security Toolkit (NST) è una distro Linux live basata su Fedora. Il toolkit è stato disegnato per offrire un facile accesso ad un network open source e può operare in molte piattaforme x86. Il maggior intento per lo sviluppo di questo strumento è stato l'offrire l'amministratore di network con un set di strumenti di sicurezza network.

 

Openwall GNU/*/Linux.

"Owl" (od "Openwall GNU/*/Linux") è un sistema operativo migliorato ai fini della sicurezza, con Linux e software GNU nel suo intimo, compatibile con le maggiori distro GNU/*/Linux. E' inteso come un sistema operativo server.

overclockix

Overclockix.

Questa distro, basata su Knoppix, offre un assortimeno di strumenti per la sicurezza del network, un basso livello di stress hardware, applicazioni per il back-up come memtest, lucifer, cpuburn, e client per la condivisione computerizzata - folding@home, seti@home, e prime-net. La GUI include KDE, Fluxbox, IceWM, e twm. Ha possibilità di scansionare la presenza di virus per Windows ed è in grado di installare driver per schede grafiche 3D Radeon e NVIDIA. Include il supporto per schede network NForce2 e KT400, così come per alcuni tipi di driver per winmodem.

 

Penguin Sleuth Bootable CD.

Contenente molti utili strumenti, Penguin Sleuth è un adattamento della distro Knoppix Linux Live CD. Inlude strumenti utili nell'attività forense.

 

Pentoo LiveCD.

Pentoo LiveCD è una distro Gentoo Linux live CD con una selezione di strumenti e applicazioni disegnati per rafforzare i test di penetrazione.

pfSense

pfSense.

pfSense è un sistema operativo derivato da m0n0wall.

 

PHLAK.

PHLAK (Professional Hacker's Linux Assault Kit) è una distro modulare per la sicurezza, usabile come liveCD. Questa distro è basato su Morphix.

 

redWall Firewall.

redWall Firewall è un firewall avviabile da CD basato su Red Hat Linux. Il suo obiettivo è quello di fornire un ricco firewall a tutti coloro con una interfaccia web e per tutti i files d log. redWall Firewall offre Snort, SnortSam, DansGuardian e supporto per fwbuilder, SpamAssassin, reporting, VPN e allerte mail. I files di confiurazione sono custoditi su floppy disk o su USB pen drive.

 

RUNT: ResNet USB Network Tester.

RUNT (ResNet USB Network Tester) è una Slackware Linux disegnata per operare da una penna USB di appena 128 MB di RAM. Viene usata per testare il network aziendale o privato.

 

Securepoint Firewall & VPN Server.

Securepoint Security Solutions offre una suite dotata di strumenti firewall per dispiegamenti enterprise. Non solo protegge un network interno dagli attacchi esterni, ma permette di configurare le protezioni per sezioni interne specifiche dello stesso network. Securepoint Freeware è un firewall libero e sicuro per proteggere le porte al web del computer privato. Securepoint può essere usato in presenza di altri firewall.

Sentry-Lite_99132g

Sentry Firewall CD.

Sentry Firewall CD-ROM è disegnato per essere un sistema operativo facile da gestire e basato su Linux che sia ideale per uso come firewall, IDS (Intrusion Detection System) o in ambiente server. Il sistema è prgettato per essere immediatamente configurabile per diversi ambienti operativi. Il sistema è basato su Slackware. Vari altri pacchetti sono stati inclusi per endere la distribuzione moto funzionale.

 

SmoothWall Express.

SmoothWall è una famiglia di prodotti per la sicurezza internet, disegnata per difendere gli utenti ed il network da attacchi esterni. SmoothWall Express è basato su sistema operativo Linux. Linux egrave; la scelta ideale per sstemi sicuri, è ben testato, sicuro, ben configurabile e liberamente disponibile in orma di codice sorgente.

 

Trustix Secure Linux.

Trustix Secure Linux è un sistema Linux per compagnie, di ogni dimensione, che necesitano di un server di basso impatto hardware, ma sicuro ed efficace. Trustix Secure Linux include SoftWare UPdater, SWUP, che mantiene i pacchetti software aggiornati, che risolve le dipendenze dalle librerie ed integra le chiavi pubbliche di crittografia per garantire sicurezza.

vyatta-cloud-software

Vyatta.

Vyatta software è una distribuzione completa pronta all'uso, basata su Debian, disegnata per trasformare hardware x86 standard in un router/firewall di classe enterprise. Vyatta software include supporto per le interfacce network più comuni e protocolli di routing standard e di gestione. Diversamente dai precedenti progetti di routing open-source, tutte queste dotazioni sono configurabili attraverso una interfaccia singola a linea di comando (CLI) o su interfaccia grafica web-based (GUI). Vyatta software è disponibile come libera Community Edition o come Software Subscriptions che include manutenzione, aggiornamenti e supporto.

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

domenica 7 febbraio 2016

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Gennaio 2016.

1.- Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
  Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web. A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno


2.- Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
  Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica

3.- Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Febbraio 2015.
Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Gennaio 2015.
1.- Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile. SparkyLinux e una distribuzione Linux leggera basata su versioni customizzate di Enlightenment e LXDE , adatta sia a vecchi che nuovi PC. Si Basa sul ramo testing di Debian. Nata in Polonia nell'Ottobre del 2011, ha preso come riferimento Xubuntu, nella versione 11.04. Successivamente, nel Gennaio del 2012 ha preso come
4.- Android X-86 continua a salire, scende Mageia, ecco la classifica Distrowatch.
Android X-86 continua a salire, scende Mageia, ecco la classifica Distrowatch.
Android X-86 risale dal 10° al 5° posto en classifica, invece Mageia scende dal 8° al 11° posto. Inalterate le prime “topo four” dell’ultima classifica rilasciata da Distrowatch. con Linux Mint che ogni mese si stacca di più di Ubuntu, con openSUSE e Debian che seguono a rotta la distro targata Canonical. Per ultimo Deepin, per la prima volta, fa parte della “top ten”. Ecco le principali
5.- Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile.
Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile.
SparkyLinux e una distribuzione Linux leggera basata su versioni customizzate di Enlightenment e LXDE , adatta sia a vecchi che nuovi PC. Si Basa sul ramo testing di Debian. Nata in Polonia nell'Ottobre del 2011, ha preso come riferimento Xubuntu, nella versione 11.04. Successivamente, nel Gennaio del 2012 ha preso come spunto non più Ubuntu e derivate, bensì il capostipite della famiglia:
6.- Guida a GnuPG: fare e verificare firme.
Guida a GnuPG: fare e verificare firme.
Una firma digitale certifica e appone la data ad un documento. Se il documento viene successivamente modificato in qualsiasi modo, una verifica della firma fallirà. Una firma digitale può servire allo stesso scopo per il quale si utilizza una firma fatta a mano con l'ulteriore beneficio di essere a prova di manomissione. La distribuzione dei sorgenti di GnuPG, per esempio, è firmata in modo tale
7.- Guida a GnuPG: scambiarsi le chiavi.
Guida a GnuPG: scambiarsi le chiavi.
Per comunicare con altre persone è necessario scambiarsi le chiavi pubbliche. Per elencare le chiavi presenti nel proprio portachiavi pubblico utilizzare l'opzione a linea di comando --list-keys. alice% gpg --list-keys /users/alice/.gnupg/pubring.gpg --------------------------------------- pub 1024D/BB7576AC 1999-06-04 Alice (giudice) sub 1024g/78E9A8FA 1999-06-04
8.- Guida a GnuPG: cifrare e decifrare documenti.
Guida a GnuPG: cifrare e decifrare documenti.
Chiave pubblica e privata hanno ognuna uno specifico ruolo nella codifica e decodifica di documenti. Una chiave pubblica può essere vista come una cassaforte aperta. Quando un corrispondente cripta un documento utilizzando una chiave pubblica, quel documento viene messo nella cassaforte, la cassaforte viene chiusa ed il lucchetto a combinazione fatto girare diverse volte. La chiave privata
9.- Guida a GNUGP: come generare una nuova coppia di chiavi.
Guida a GNUGP: come generare una nuova coppia di chiavi.
GnuPG è uno strumento per comunicare in modo sicuro. Questo capitolo è una breve guida riguardante il nocciolo funzionale di GnuPG; include la creazione di coppie di chiavi, scambio e verifica di chiavi, cifratura e decifratura di documenti e autenticazione di documenti con firme digitali. GnuPG utilizza la crittografia a chiave pubblica per permettere a coloro che lo utilizzano di
10.- Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.
Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.
Geografia KGeography – Un programma per l’apprendimento della geografia dal pacchetto KDE-EDU. Selezionando una delle quasi 20 mappe, possiamo vedere se siamo in grado di trovare un dato paese sulla mappa o di abbinare il paese/regione alla capitale/bandiera o viceversa. Questa applicazione mette duramente alla prova le nostre conoscenze (chi conosce il capitale di Gibuti? O la bandiera dell
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

venerdì 15 gennaio 2016

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Dicembre 2015.

1.- Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
  Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web. A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno


2.- Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
  Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica

3.- Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Febbraio 2015.
Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Gennaio 2015.
1.- Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile. SparkyLinux e una distribuzione Linux leggera basata su versioni customizzate di Enlightenment e LXDE , adatta sia a vecchi che nuovi PC. Si Basa sul ramo testing di Debian. Nata in Polonia nell'Ottobre del 2011, ha preso come riferimento Xubuntu, nella versione 11.04. Successivamente, nel Gennaio del 2012 ha preso come
4.- Android X-86 continua a salire, scende Mageia, ecco la classifica Distrowatch.
Android X-86 continua a salire, scende Mageia, ecco la classifica Distrowatch.
Android X-86 risale dal 10° al 5° posto en classifica, invece Mageia scende dal 8° al 11° posto. Inalterate le prime “topo four” dell’ultima classifica rilasciata da Distrowatch. con Linux Mint che ogni mese si stacca di più di Ubuntu, con openSUSE e Debian che seguono a rotta la distro targata Canonical. Per ultimo Deepin, per la prima volta, fa parte della “top ten”. Ecco le principali
5.- Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile.
Rilasciata SparkyLinux 3.5 una distro stabile e molto versatile.
SparkyLinux e una distribuzione Linux leggera basata su versioni customizzate di Enlightenment e LXDE , adatta sia a vecchi che nuovi PC. Si Basa sul ramo testing di Debian. Nata in Polonia nell'Ottobre del 2011, ha preso come riferimento Xubuntu, nella versione 11.04. Successivamente, nel Gennaio del 2012 ha preso come spunto non più Ubuntu e derivate, bensì il capostipite della famiglia:
6.- Guida a GnuPG: fare e verificare firme.
Guida a GnuPG: fare e verificare firme.
Una firma digitale certifica e appone la data ad un documento. Se il documento viene successivamente modificato in qualsiasi modo, una verifica della firma fallirà. Una firma digitale può servire allo stesso scopo per il quale si utilizza una firma fatta a mano con l'ulteriore beneficio di essere a prova di manomissione. La distribuzione dei sorgenti di GnuPG, per esempio, è firmata in modo tale
7.- Guida a GnuPG: scambiarsi le chiavi.
Guida a GnuPG: scambiarsi le chiavi.
Per comunicare con altre persone è necessario scambiarsi le chiavi pubbliche. Per elencare le chiavi presenti nel proprio portachiavi pubblico utilizzare l'opzione a linea di comando --list-keys. alice% gpg --list-keys /users/alice/.gnupg/pubring.gpg --------------------------------------- pub 1024D/BB7576AC 1999-06-04 Alice (giudice) sub 1024g/78E9A8FA 1999-06-04
8.- Guida a GnuPG: cifrare e decifrare documenti.
Guida a GnuPG: cifrare e decifrare documenti.
Chiave pubblica e privata hanno ognuna uno specifico ruolo nella codifica e decodifica di documenti. Una chiave pubblica può essere vista come una cassaforte aperta. Quando un corrispondente cripta un documento utilizzando una chiave pubblica, quel documento viene messo nella cassaforte, la cassaforte viene chiusa ed il lucchetto a combinazione fatto girare diverse volte. La chiave privata
9.- Guida a GNUGP: come generare una nuova coppia di chiavi.
Guida a GNUGP: come generare una nuova coppia di chiavi.
GnuPG è uno strumento per comunicare in modo sicuro. Questo capitolo è una breve guida riguardante il nocciolo funzionale di GnuPG; include la creazione di coppie di chiavi, scambio e verifica di chiavi, cifratura e decifratura di documenti e autenticazione di documenti con firme digitali. GnuPG utilizza la crittografia a chiave pubblica per permettere a coloro che lo utilizzano di
10.- Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.
Programmi educativi su Linux: Geografia, Astronomia e Lingue Straniere.
Geografia KGeography – Un programma per l’apprendimento della geografia dal pacchetto KDE-EDU. Selezionando una delle quasi 20 mappe, possiamo vedere se siamo in grado di trovare un dato paese sulla mappa o di abbinare il paese/regione alla capitale/bandiera o viceversa. Questa applicazione mette duramente alla prova le nostre conoscenze (chi conosce il capitale di Gibuti? O la bandiera dell
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

domenica 6 dicembre 2015

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Novembre 2015.

1.- Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
  Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web. A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno


2.- Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
  Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica

domenica 8 novembre 2015

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Ottobre 2015.

1.- Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
  Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web. A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno


2.- Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
  Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica

domenica 11 ottobre 2015

Nel Regno di Linux: la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Settembre 2015.

1.- Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
  Come eliminare i cookie: ecco la guida completa.
I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web. A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno


2.- Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
  Politica dei cookie di Nel Regno di Linux in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.
Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica

Si è verificato un errore nel gadget

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)

Linux News